Come fare la spesa online, nasce il servizio per la consegna a domicilio

Spesarossa.it mette in collegamento consumatori e commercianti per ordini e consegne a domicilio. Il sito è online da poco, è semplice e l’obiettivo è quello di allargare la rete di alimentari e farmacie a tutto il territorio italiano.

Direttamente dal sito www.spesarossa.it i consumatori possono ordinare alimentari e medicinali, senza registrarsi, presso i loro negozi di quartiere e paese, che naturalmente dovranno obbligatoriamente registrarsi prima sulla piattaforma. L’obiettivo è quello di aiutare la gente e i negozianti locali a mantenersi in piedi e aiutare gli italiani a fare scorte di tutto ciò che serve evitando di muoversi da casa per la propria sicurezza.

Ivan Laffranchi, imprenditore e informatico torinese ha avuto l’idea: “ho passato 7 giorni e 7 notti a sviluppare una piattaforma che potesse essere utile alle persone in questo momento di emergenza e per aiutare gli italiani a fare la spesa online".

Ma come è nata spesarossa.it? “Ho pensato che sarebbe stata utile una piattaforma per la raccolta degli ordini, ma non un e-commerce comune, bensì uno strumento che collegasse il negozio locale con i suoi clienti, in modo tale da mantenere vivo il rapporto e in funzione il commercio di paese - racconta Laffranchi - così in tarda serata mi sono messo a scrivere il codice per fare una prima versione, ho lavorato tutta la notte e il mattino un primo prototipo era pronto”.

Va sottolineato che non c’è bisogno di scaricare nessuna app, si tratta semplicemente di un sito web raggiungibile da mobile che punta su facilità di utilizzo, rapidità di caricamento per essere accessibile anche con poca banda o in caso di forti rallentamenti della rete. Non serve nessuna registrazione dell’utente e nessuna email per ordinare.

Come funziona

Per inserire il negozio nella piattaforma basta entrare nella sezione “Aggiungi negozio”, inserire i propri dati, entro quante ore si riesce a consegna la merce, se e quanto fa pagare la consegna, e il metodo di pagamento. Il momento della registrazione si riceve un sms di verifica e poi si attiva l’account che può subito ricevere ordini.

La piattaforma di Spesarossa.it consente ai commercianti anche la possibilità di scaricare delle immagini personalizzate del servizio da condividere con i clienti su Whatsapp e Facebook per comunicare il servizio di consegna.

Riguardo gli utenti basta per loro basta selezionare solo il comune e la piattaforma restituisce i negozi attivi in zona. A questo punto basta selezionare quello desiderato, scrivere i prodotti di cui una persona ha bisogno come se fosse una lista della spesa (anche dettando a voce sui telefoni dotati della funzione) e indicare i propri dati per la consegna

Spesarossa.it a questo punto invia un sms per avere conferma dell’identità e dell’ordine e lo trasmette in tempo reale al negoziante che prende in carico la spesa, la consegna e riceve il pagamento dal cliente. Per quanto riguarda i costi di servizio i primi 20 ordini sono gratuiti, poi la tariffa è di 70 centesimi (compreso Iva) a carico del negoziante per ogni ordine confermato.

Vista l’importanza di questo servizio pubblico un Comune della provincia di Torino sta valutando di prendere in carico per tutti i negozianti i costi di servizio. Proprio in Piemonte spesarossa.it ha iniziato a essere operativa, ma l’obiettivo è quello di allargare la rete a tutto il resto d’Italia.

“Attualmente abbiamo iniziato con negozi in Valle di Susa, Rosta in particolare, perché io vivo qui – spiega Laffranchi - ma si sta rapidamente ampliando. La piattaforma è stata costruita per consentire ai negozianti di continuare a servire i loro clienti di quartiere e paese”. Nulla è stato lasciato al caso, non è un’app per essere leggera e veloce anche in momenti di congestione della banda internet. È pensata soprattutto per gli anziani, per questo non è necessario avere mail perché usa sms per autenticare ordini e inviarli.

Efterlad Din Kommentar

Please enter your comment!
Please enter your name here