A Milano due loft su tre non sono in regola

Il mercato immobiliare milanese conta 70mila loft, di cui i due terzi sono accatastati c3, cioè come laboratori. L¿Agenzia delle entrate ha avviato un controllo a tappeto per individuare le abitazioni non in regola e carlo masseroli, assessore al territorio, ha emanato una circolare in cui ricorda che ¿Abitare in aree non residenziali¿, Prive cioè del certificato di abitabilità, è un comportamento sanzionabile. Le zone più a rischio sono tortona, bovisa, dove per un loft si chiedono in media 2.200 euro/m2, e zona navigli, dove il costo medio è pari a 5.500 euro/m2

Efterlad Din Kommentar

Please enter your comment!
Please enter your name here