Novità pensioni, l'Ape sostituirà l'ottava salvaguardia

L'Ape, il piano per il pensionamento anticipato del governo, non convince i sindacati perché potrebbe comportare un costo troppo alto per il lavoratore. Ai nodi da sciogliere si aggiunge ora un ulteriore problema: l'esecutivo vorrebbe evitare l'introduzione dell'ottava salvaguardia per gli esodati e applicare l'Ape anche per loro.

L'ottava salvaguardia è un provvedimento che prevede l'allungamento di un anno a favore degli esodati per usufruire delle vecchie regole per andare in pensione. Nei piani del governo c'è l'idea di far entrare in vigoe il piano di prepensionamento anche per chi ha una situazione in bilico a causa della legge Fornero.

Il nuovo disegno di legge prevede che i lavoratori possano decidere di andare in pensione a 63 anni, rinunciando però ad un parte della loro pensione. Toccherebbe alle banche e alle cooperative di credito anticipare i soldi dei contributi non ancora versati, che sarebbero restituiti in maniera graduale dal lavoratore. Questa formula ha però un costo non indifferente per il lavoratore che dovrebbe perdere un mese di pensione all'anno.

Efterlad Din Kommentar

Please enter your comment!
Please enter your name here