Sgravi contributivi per giovani autonomi e nuove assunzioni nella legge di Bilancio 2018

Mentre mancano pochi giorni per il varo della legge di Bilancio, trapelano buone notizie per i giovani lavoratori autonomi iscritti alle gestione separata dell'Inps. Il governo sembra intenzionato a dimezzare i contributi dovuti per i primi tre anni. Mentre dovrebbe essere confermato anche quest'anno lo sgravio del 50% sui contributi per l'assunzione di giovani a tempo indeterminato.

Lavoratori autonomi e sgravi contributivi

Nella legge di bilancio dovrebbe trovare spazio un dimezzamento dei contributi dei giovani lavoratori autonomi senza cassa. Attualmente un professionista senza cassa dell'Gestione Separata Inps deve una contribuzione annuale pari a 25, 72%, ossia 2.572 euro di contributi Inps ogni 10.000 euro di reddito. Il dimezzamento comporta che l'aliquota Inps si ridurrà al 12, 86%, con un notevole risparmio dei contributi per il giovane. Il dubbio riguarda il limite d'età, che potrebbe essere innalzato a 35 anni

agevolazioni nuove assunzioni 2018

Contributi previdenziali tagliati del 50% anche per chi assume giovani under 29 in tutta Italia. Una misura che va a colmare il vuoto lasciato dall'incentivo occupazione giovani. L'agevolazione è per i datori di lavoro che assumono a tempo indeterminato a giovani, anche studenti, per un tetto massimo di 4 mila euro. Dovrebbe trovare spazio anche una norma che preveda che il giovane sia tenuto nell'organico per un periodo minimo di anni pena la perdita dei contributi.

Efterlad Din Kommentar

Please enter your comment!
Please enter your name here