Telefonia mobile: cambio operatore, che fine fa il credito sul cellulare?

Le operazioni di cambio dell’operatore di telefonia mobile sono sempre più comuni: le occasioni che i provider forniscono nei confronti della nuova clientela che trasferisce la propria utenza dalla concorrenza sono d’altronde piuttosto accattivanti, ed è pertanto difficile non farsi solleticare dall’idea di “tradire” la propria compagnia. Ma cosa accade al credito maturato sul cellulare?

Come ricordava un recente approfondimento condotto da SosTariffe.it, a disciplinare tale quesito è l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, che con le delibere n. 416/07/CONS e 353/08/CONS ricorda che per poter ottenere il trasferimento del credito insieme al numero, è sufficiente fare una richiesta all’operatore nel momento in cui si effettua la procedura di portabilità. Dunque, se non si richiede esplicitamente il passaggio del credito alla nuova SIM, il credito potrebbe essere perso dal cliente

Detto ciò, ricordiamo che la richiesta di trasferimento del credito può essere effettuata nello stesso modulo relativo al passaggio verso nuovo operatore, dove troverà spazio una voce denominata TCR (o similare: TCR sta per “trasferimento del credito residuo”). Valorizzate l’area di riferimento, qualora interessati, e attendete il disbrigo della pratica: normalmente sono necessari circa 6 giorni

Ricordiamo infine che è possibile che la procedura possa applicare una commissione di circa 1, 5 euro

Efterlad Din Kommentar

Please enter your comment!
Please enter your name here